Sponsor

Tipologie di grafici

Gli analisti tecnici raffigurano l’andamento delle quotazioni con differenti metodologie a seconda delle analisi che intendono svolgere. Non esiste a priori una tipologia che sia in assoluto migliore delle altre, ed è per questo motivo che occorre implementare più di una rappresentazione e diverse scale temporali a seconda dell’analisi utilizzata. Alcune tipologie di grafici sono ad esempio quello lineare, il grafico a barre e il grafico a candele.

Grafico lineare.

In questa tipologia di grafico vengono considerati esclusivamente i prezzi di chiusura, che uniti da una linea, danno un’idea molto intuitiva del movimento generale della quotazione. Tuttavia questa rappresentazione pecca dal punto di vista della qualità e della quantità di informazioni ricavabili, in quanto sono omessi i prezzi di apertura e le varie oscillazioni che avvengono all’interno dell’arco temporale considerato.

Grafico lineare

Grafico a barre.

Il grafico a barre attraverso appunto una barra verticale, rappresenta contemporaneamente i prezzi di apertura e chiusura così come anche i massimi e i minimi di ogni singola unità temporale presa in considerazione. La singola barra offre una rapida visione dell’andamento della quotazione fornendo il livello più alto raggiunto (high) all’apice della barra, quello più basso (low) sul suo fondo il valore di apertura (open) è rappresentato da una linea orizzontale sulla sua sinistra e il valore di chiusura (close) è rappresentato dalla linea orizzontale alla sua destra. La distanza tra le due linee orizzontali rappresenta l’escursione (range) tra il prezzo di apertura e quello di chiusura. Il grafico a barre è anche chiamato “OHLC” ossia Open, High, Low, Close.

Grafico a barre

Grafico a candele.

Il grafico a candele mostra le medesime informazioni presenti nel grafico a barre, ma in una veste grafica più accattivante. Il solo rettangolo della candela (corpo o body) rappresenta la distanza tra il prezzo di apertura e quello di chiusura, solitamente se questo è colorato (nero o colori diversi a seconda delle piattaforme utilizzate) significa che la chiusura è avvenuta ad un prezzo inferiore a quello di apertura. Le due linee che si dipartono al di sopra e al di sotto del rettangolo (ombre o shadow) indicano il massimo e il minimo realizzati.

Grafico a candele

 

 

Share Link:
Bookmark Google Yahoo MyWeb Del.icio.us Digg Facebook Myspace Technorati Furl Ask Yahoo Bookmarks myAOL MSN Live OkNotizie Segnalo Chatta.it